• Cosa guardare dopo?

SuccessivoFlicks

Fantasmi di guerra

Media utente, i generi di guerra e horror ottengono il trattamento di frullatore in ghosts of war mentre un gruppo di stanchi soldati americani nella seconda guerra mondiale ha il compito di difendere un castello francese precedentemente occupato dai nazisti. un mash-up strano ma che funziona davvero bene..

I mondi cinematografici della guerra e dell'horror soprannaturale sono sicuramente dei dreadfellow. Che si tratti della pistola del tuo nemico o degli spiriti infuriati che stanno concentrando le loro terribili energie su di te, l'orrore intrinseco di combattere per la vita contro forze che non sono sotto il tuo controllo è uno che stringe il cuore. Fantasmi di guerra prende stanchi soldati americani nella seconda guerra mondiale e li incarica di difendere un passato nazista - castello francese occupato. Vedi dove sta andando...

È chiaro dal nervosismo di un'unità in uscita, un po' troppo desiderosa di andarsene, che qualcosa non va all'interno di quelle mura martoriate dai proiettili. I rumori stridono dove non dovrebbero. Si sentono dei movimenti che si muovono velocemente. Le porte si muovono. Le tende svolazzano. Qualcosa ti solleva i capelli sulla nuca: ottieni il trapano. scrittore e il regista Eric Bress (autore di L'effetto farfalla e Destinazione finale 2 , e 4) usa ogni trucco nel libro con abilità abile.

Il nostro cast di soldati ha le dimensioni giuste e il mix di tipi di personalità giusti per prendersi cura del loro benessere. Meathead pesante / leader che a malapena lo tiene insieme / pensatore razionale intelligente / soldato leggermente psicotico con sfondo di rottura mentale. La prima metà del film ti offre un misto di tropi facili da riconoscere a cui aggrapparti e spruzza ulteriori decorazioni di dialogo in un modo che non è necessariamente nuovo ma centra bene i fantasmi.

Finora, così normale. Tuttavia, Fantasmi di guerra ha un paio di palle curve da lanciare come granate mentre la trama va avanti, il che ovviamente sarebbe spoiler se ci entrassi. Il concetto di tempo diventa piuttosto allentato man mano che le scene progrediscono e il film affronta la solita lamentela del "perché non se ne vanno e basta!". All'atto finale potresti dover tenere un po' la testa.

Tonalmente, Bress tira fuori il suo film dai brividi e dagli spaventi tipici delle storie di fantasmi e versa in un pesante sacco di sabbia. Spostare la tua narrativa mentale da "è dietro di te" a una di diverso orrore è davvero una mossa coraggiosa.

Mash-up di genere (come Cercatori di verità ) sono esperimenti divertenti perché c'è dell'oro da trovare quando si prendono due elementi bollenti e li si scuote insieme. In caso di Fantasmi di guerra questa è per lo più una buona alchimia quando gli elementi orribili si contorcono attorno a basi diverse. Una volta che le ruote si staccano, è necessario più di un cambio di marcia mentale per aggrapparsi e impedire alla jeep metaforica di schiantarsi contro i cespugli.

Se Fantasmi di guerra si deposita nella tua mente o viene eliminato a causa della sua tecnica non ortodossa potrebbe essere una questione di gusti personali. Ho tenuto duro e mi sono goduto il viaggio, ma non posso negare che il film abbia una miscela stridente "aggiungiamo un altro genere" con una pesante colla per medicazione che tiene a malapena le scene insieme abbastanza per un ultimo gallo del fucile.

Parole di Mike Record

  • Buoni fantasmi
  • Personaggi divertenti
  • Mash-up sicuramente insolito
  • Il mash-up diventa molto mash
  • Inversione di marcia tonale
  • Un paio di troppi salti economici

Articoli correlati

La casa aperta

Lascia un Commento Cancella risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare queste recensioni HTML tag e attributi: <a href="" title="fantasmi di guerra spiegazione finale"> <abbr title="fantasmi di guerra spiegazione finale"> <acronym title="fantasmi di guerra spiegazione finale"> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Dettagli Di Contatto

VALORIAMO LA TUA PRIVACY

Panoramica sulla privacy.

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • Suomen kieli
  • Previous article
  • Next article

In other projects

Fantasmi di guerra (film 2020) - ghosts of war (2020 film).

Ghosts of War è un film horror soprannaturale del 2020scritto e diretto da Eric Bress . Il film è interpretato da Brenton Thwaites , Theo Rossi , Skylar Astin , Kyle Gallner e Alan Ritchson . È stato rilasciato su DirecTV il 18 giugno 2020.

  • 3 Produzione
  • 5 Ricezione
  • 6 referenze
  • 7 Link esterni

Francia occupata dai nazisti, 1944. Una compagnia di cinque soldati americani - il sergente e leader Chris, il cecchino Tappert, il medico e l'operatore radio Eugene, Butchie e Kirk - sono incaricati di sorvegliare un castello di campagna che prima della sua liberazione era stato un posto di comando per la Wehrmacht. Lungo il percorso temono un'imboscata a una jeep tedesca, uccidendo i suoi occupanti, prima di incontrare un gruppo di rifugiati ebrei provenienti da un campo di concentramento.

Arrivano a destinazione e danno sollievo ai compagni ansiosi che trovano al loro posto. Strani eventi turbano l'azienda: rumori e apparizioni inspiegabili permeano l'edificio. Chris interpreta un rumore di colpi ripetitivo proveniente dal camino come un codice morse, che Eugene trascrive come un messaggio che dice "Non ho gambe". Il giorno seguente, Eugene confida al gruppo che diffida dello squilibrato Tappert, che ha trovato dopo aver massacrato un gruppo di Hitler Youth a Parigi.

Eugene in seguito trova un diario tenuto da un giovane soldato tedesco che aveva precedentemente occupato il castello, in cui descriveva in dettaglio il destino degli Helwigs, la famiglia aristocratica di cui era la casa. I tedeschi, dopo aver scoperto che gli Helwig avevano dato rifugio agli ebrei, li uccisero brutalmente bruciando vivo il padre, impiccando la figlia e annegando il figlio in una vasca da bagno. Mentre Eugene sta trascrivendo un altro messaggio in codice morse, la sua mano si muove senza la sua volontà per sillabare il messaggio "Se te ne vai, muori".

Quella notte, una pattuglia tedesca attacca. Gli americani uccidono la maggior parte del loro numero, ma Butchie viene ferito a morte dopo essersi lanciato su una granata per salvare i suoi compagni. Altrove, gli uomini sono scioccati nel vedere alcuni dei tedeschi uccisi da forze invisibili allo stesso modo della famiglia Helwig. Prima di morire, Butchie afferma che ciò che gli uomini stanno vivendo non è reale ed esorta Chris a "ricordare".

Convinti che l'edificio sia infestato, i sopravvissuti decidono di partire e prendere posizione nei boschi vicini. Tuttavia si ritrovano a ripetere le esperienze che li hanno portati al castello: l'imboscata della jeep, l'incontro con i profughi. Credendo di essere maledetti e che la loro unica speranza sia quella di dare ai corpi della famiglia Helwig una degna sepoltura, tornano al castello. Una forza invisibile afferra Chris e lo trascina verso una latrina. Il resto degli uomini lo segue e scopre di essere stato condotto ai corpi degli Helwig.

Dopo aver seppellito la famiglia nelle vicinanze, Eugene consulta il diario e scopre che il testo non è più tedesco ma arabo e che gli Helwig erano afgani. Mentre si preparano a partire, i quattro uomini vengono assaliti dagli spiriti apparenti della famiglia assassinata, uno dei quali cerca di annegare Chris. Lo shock dell'esperienza induce allucinazioni prima che finalmente si svegli di scatto e si ritrovi ad essere assistito dai medici in un ospedale futuristico, circondato dai corpi mutilati e privi di sensi dei suoi compagni. Il dottor Engel e il suo staff informano Chris che ciò che lui e i suoi amici stavano sperimentando era una realtà simulata basata sulla seconda guerra mondiale destinata ad aiutare i soldati che soffrivano di disturbi da stress post-traumatico.

I ricordi di Chris iniziano a tornare. Lui e i suoi uomini non sono veterani della seconda guerra mondiale, ma in realtà soldati dell'attuale esercito americano. La loro missione finale in Afghanistan era quella di evacuare una famiglia chiamata Helwigs, che aveva collaborato con gli americani, prima che una pattuglia dello Stato Islamico li attaccasse. Ordinato di nascondersi dal loro responsabile della CIA, gli uomini guardano da un nascondiglio mentre gli Helwigs vengono interrogati da un comandante dell'IS. Stanno per intervenire quando arrivano i rinforzi nemici, costringendo Chris a ordinare ai suoi uomini di non fare nulla. Nonostante le richieste di aiuto della madre della famiglia, guardano mentre il padre viene bruciato vivo, la figlia viene impiccata e il figlio annegato. Le forze dell'IS se ne vanno e gli uomini si preparano a partire prima che la madre disperata della famiglia faccia esplodere una bomba suicida, sbranando i cinque uomini. Con il suo ultimo respiro pronuncia la parola "Vetrulek", una parola a cui gli uomini avevano assistito nella loro simulazione e che si rivela essere un'antica maledizione che costringe i suoi destinatari a rivivere all'infinito il loro trauma.

Tornato in ospedale, il potere oscilla, confondendo il personale medico. Chris si rende conto che la maledizione è reale e che gli spiriti della famiglia Helwig ora infestano la simulazione che gli uomini stanno vivendo. Convinto che l'unico modo per spezzare la maledizione sia confrontarsi con la famiglia, scusarsi ed espiare i loro peccati, Chris chiede di tornare alla simulazione. Si risveglia dove sono iniziate le sue esperienze: accampato di notte con i suoi compagni mentre una figura osserva dall'ombra.

  • Brenton Thwaites come Chris
  • Kyle Gallner come Tappert
  • Alan Ritchson come Butchie
  • Theo Rossi come Kirk
  • Skylar Astin come Eugene
  • Billy Zane come Dr. Engel
  • Shaun Toub come Mr. Helwig
  • Alexander Behrang Keshtkar come leader
  • Kaloyan Hristov come Helwig Boy
  • Yanitsa Mihailova come Christina Helwig

Nel febbraio 2017, è stato riferito che Brenton Thwaites avrebbe recitato in Ghosts of War , con Bress alla regia dalla sua stessa sceneggiatura. D. Todd Shepherd di Miscellaneous Entertainment, Shelley Madison, Joe Simpson e George Waud stanno producendo e finanziando il film insieme a Colleen Camp. Un mese dopo, Skylar Astin, Theo Rossi, Alan Ritchson, Kyle Gallner e Shaun Toub sono stati scelti per il film.

Highland Film Group si occupa delle vendite internazionali. Le riprese principali si sono svolte a Sofia , in Bulgaria. Usando il Palazzo di Vrana come dimora.

Pubblicazione

Ghosts of War è stato rilasciato su DirecTV il 18 giugno 2020. È stato distribuito tramite proiezioni cinematografiche virtuali, On Demand e digitalmente il 17 luglio 2020.

Sul sito web aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes , il film detiene un indice di gradimento del 40% basato su 43 recensioni, con un punteggio medio di 4,70/10. Il consenso della critica del sito web recita: " Ghosts of War fonde horror soprannaturale e drammi bellici d'epoca per produrre un mashup confuso che dimostra che alcuni ingredienti è meglio lasciarli separati". Su Metacritic , il film ha un punteggio medio ponderato di 38 su 100 basato su 8 critici, indicando "recensioni generalmente sfavorevoli".

Riferimenti

Link esterno.

  • Fantasmi di guerra a IMDb
  • This page is based on the copyrighted Wikipedia article "Ghosts_of_War_%282020_film%29" ( Authors ); it is used under the Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License . You may redistribute it, verbatim or modified, providing that you comply with the terms of the CC-BY-SA.
  • abcdef.wiki is not affiliated with the Wikimedia Foundation
  • Cookie-policy
  •       To contact us: mail to [email protected]
  •  Change privacy settings 

fantasmi di guerra ( 2020 )

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

Titolo originale : ghosts of war, regia :  eric bress, interpreti :  brenton thwaites , theo rossi , kyle gallner , skylar astin , alan ritchson, trama del film fantasmi di guerra.

Sul finire della Seconda guerra mondiale, cinque intrepidi soldati americani vengono assegnati al controllo di un castello francese. In precedenza occupato da un alto comando nazista, il luogo farà rapidamente precipitare il gruppo nel caos e nella follia a causa della presenza di un nemico soprannaturale molto più terrificante di qualsiasi cosa affrontata prima in battaglia.

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

Venerdì 05 Gennaio 2024

Giovedì 04 Gennaio 2024

Mercoledì 03 Gennaio 2024

Lunedì 01 Gennaio 2024

Giovedì 28 Dicembre 2023

Domenica 24 Dicembre 2023

Venerdì 22 Dicembre 2023

Giovedì 21 Dicembre 2023

Mercoledì 20 Dicembre 2023

Venerdì 15 Dicembre 2023

Giovedì 14 Dicembre 2023

Martedì 12 Dicembre 2023

Lunedì 11 Dicembre 2023

Venerdì 08 Dicembre 2023

Mercoledì 06 Dicembre 2023

Martedì 05 Dicembre 2023

Venerdì 01 Dicembre 2023

Giovedì 30 Novembre 2023

Lunedì 27 Novembre 2023

Venerdì 24 Novembre 2023

Giovedì 23 Novembre 2023

Mercoledì 22 Novembre 2023

Venerdì 17 Novembre 2023

Giovedì 16 Novembre 2023

Mercoledì 15 Novembre 2023

Lunedì 13 Novembre 2023

Venerdì 10 Novembre 2023

Ultimi film inseriti in archivio

Ultimo film commentato, ultimo post blog, ultime recensioni inserite, ultima biografia inserita, casualmente dall'archivio, novità e recensioni, #filmscoop.it chat.

logo FilmTv

Regia di Eric Bress vedi scheda film

axe

  • Recensioni 1360

La recensione su Fantasmi di guerra

Cinque soldati americani "induriti" dai combattimenti, sul finire della Seconda Guerra Mondiale, sono inviati a presidio di un castello in Francia. Dopo una manovra di avvicinamento ricca di strani incontri - e scontri - danno il cambio ad altri soldati ansiosi di allontanarsi dalla costruzione. Il perchè acquista evidenza dopo che i cinque rimangono soli nella magione. Apparizioni fugaci, strani rumori, fenomeni inspiegabili dimostrano che la dimora è abitata da presenze sovrannaturali, le intenzioni delle quali appaiono misteriose. Le informazioni raccolte parlano di morti violente dei membri della famiglia che abitava il castello, ad opera dei nazisti; ai soldati americani, di fatto prigionieri nella grande casa, a causa di distorsioni spazio-temporali, non rimane che investigare, tanto sulle anime dolenti, quanto su altri fenomeni che coinvolgono le loro stesse persone. Film dell'orrore con risvolti fantascientifici ed ambientazione bellica, che sfiora la sufficienza nei tre generi. Sotto l'ultimo aspetto, lascia molto a desiderare; le molte imprecisioni storiche, tuttavia, ritengo siano volute, alla luce dell'evoluzione della trama, che porta la narrazione ai giorni nostri e si conclude con un'originalità imprevedibile. Nella sua parte centrale, l'opera presenta i tipici, visti e rivisti, connotati dell'horror, sottogenere "case infestate". Le misteriose ed inquiete presenze si rivelano secondo i canoni del genere. Mobili che prendono vita, rumori inquietanti, spaventose apparizioni di pochi istanti e figure che si muovono evanescenti nell'ombra, sequenze oniriche. La tensione non manca, e la trama induce una certa curiosità. Gli spiriti inquieti agiscono con decisione contro i nazisti; cosa vogliono, però, dai soldati americani ? I loro scopi diventano evidenti nel particolare epilogo, all'interno del quale trovano spiegazione diversi dettagli oscuri che avevo scambiato per incongruenze. Ritengo di non dover svelare tutto; traspare, dalle ultime sequenze, una volontà di denuncia, che trova sfogo in due elementi. Il regista equipara criminali di guerra del passato a loro epigoni del nostro tempo; ci dice, però, che non impedire, pur potendolo fare, un atto criminale, equivale a commetterlo, seppur in sanguinosi contesti bellici, nei quali non c'è spazio per solidarietà, pietà, rispetto per i diritti fondamentali. Niente di eccezionale la recitazione; scenografie ed effetti speciali sembrano realizzati in economia. Il film rappresenta un po' un'occasione mancata; una messa in scena meno "grezza" avrebbe giovato, dacchè l'idea di fondo è buona ed i contenuti non mancano, sebbene appaiano con chiarezza solo a pochi minuti dalla fine.

Non ci sono commenti.

Ultimi commenti segui questa conversazione non seguire più questa conversazione.

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login . Se non sei ancora iscritto Registrati

{{nick}}

{{commento}}

Non ci sono nick associati al tuo profilo Facebook, ma c'è un nick con lo stesso indirizzo email: abbiamo mandato un memo con i dati per fare login. Puoi collegare il tuo nick FilmTv.it col profilo Facebook dalla tua home page personale.

Non ci sono nick associati al tuo profilo Facebook? Vuoi registrarti ora? Ci vorranno pochi istanti. Ok

Dai il tuo voto da 1 a 10 passando con il cursore sulle stelle e poi clicca quando raggiungi il voto che ti soddisfa.

Se vuoi puoi modificare il tuo voto passando con il cursore sulle stelle e cliccando quando raggiungi il voto che ti soddisfa.

USCITE DELLA SETTIMANA

  • Il fantasma di Canterville
  • Il punto di rugiada
  • L'anima in pace
  • Pare parecchio Parigi
  • The Holdovers - Lezioni di vita
  • Yannick - La rivincita dello spettatore

I FILM AL CINEMA

  • Il ragazzo e l'airone
  • Succede anche nelle migliori famiglie
  • Chi segna vince
  • 50 km all'ora
  • The Beekeeper
  • Come può uno scoglio
  • Perfect Days
  • C'è ancora domani
  • Prendi il volo
  • Aquaman e il Regno Perduto
  • Wonder - White Bird
  • Foglie al vento
  • Improvvisamente a Natale mi sposo
  • Hunger Games: La ballata dell'usignolo e del serpente

PROSSIMAMENTE

Settimana dal 22 al 28 gennaio 2024.

  • Appuntamento a Land's End
  • I soliti idioti 3
  • Il cacciatore
  • La quercia e i suoi abitanti
  • Leggende metropolitane
  • Povere creature!
  • Tutti tranne te

SETTIMANA DAL 29 GENNAIO AL 4 FEBBRAIO 2024

  • Argylle - La super spia
  • City Hunter the Movie: Angel Dust
  • Genoa comunque e ovunque
  • How to Have Sex
  • Il bacio di Klimt
  • Prima danza, poi pensa - Alla ricerca di Beckett
  • Te l'avevo detto
  • The Warrior - The Iron Claw
  • Una bugia per due
  • Upon Entry - L'arrivo

TITOLI MOLTO ATTESI

  • Kraven - Il cacciatore
  • Drive-Away Dolls
  • Challengers
  • Il maestro giardiniere
  • Viaggio in Giappone
  • Deserto particular
  • Green Border
  • I tre moschettieri - Milady
  • In the Land of Saints and Sinners
  • La zona d'interesse

ULTIME SERIE TV

  • Tut - Il destino di un faraone
  • Marry My Husband
  • Hazbin Hotel
  • Like Flowers in Sand
  • Blue Eye Samurai

Gameritaliano.com

Gameritaliano.com

Fantasmi di guerra: l’inquietante verità dietro gli spiriti che ancora infestano il campo di battaglia

fantasmi di guerra spiegazione finale

Gli orrori della guerra sono spesso accompagnati da molteplici leggende e racconti di apparizioni a cui viene attribuito un legame con il passato bellico. I fantasmi di guerra, misteriosi e affascinanti allo stesso tempo, rappresentano una componente quasi tangibile del ricordo collettivo di molti conflitti. Ma cosa sono realmente questi fenomeni? In questo articolo cercheremo di esplorare il significato e le possibili spiegazioni di questi enigmatici presagi. Dalla guerra civile americana alla Seconda Guerra Mondiale, i fantasmi di guerra sembrano narrare storie di momenti violenti e tragici, coinvolgendo spesso luoghi e persone legati ai conflitti passati. Attraverso testimonianze e ricerche, cercheremo di analizzare queste apparizioni e cercare di comprendere se si tratta solo di una manifestazione della mente umana, semplici leggende o se possano realmente essere eventi soprannaturali.

  • I fantasmi di guerra sono eventi o fenomeni paranormali che si verificano in luoghi dove si sono svolte battaglie o violenze durante una guerra. Questi fantasmi sono spesso ritenuti essere le anime dei soldati morti che non sono riusciti a trovare pace dopo la loro morte.
  • Le testimonianze di fantasmi di guerra includono avvistamenti di figure eteree o ombre che sembrano soldati o personale militare, rumori di spari o urla provenienti da luoghi dove non c’è nessuno presente e strane sensazioni di presenze o atmosfere tetre. Molte di queste testimonianze sono riportate da persone che visitano vecchi campi di battaglia o edifici militari abbandonati.
  • Esistono diverse spiegazioni possibili per i fantasmi di guerra. Alcuni credono che queste esperienze siano il risultato di energie residue o impronte psichiche lasciate dalla violenza e dalla sofferenza vissute in quei luoghi. Altri credono che i fantasmi siano le anime dei soldati morti che non si sono ancora riuniti con i loro cari nell’aldilà e sono intrappolate nella dimensione terrena. Molti scettici, invece, considerano questi fenomeni come suggestioni o illusioni causate dalla mente umana.

Qual è l’origine dell’idea dei fantasmi di guerra?

L’idea dei fantasmi di guerra affonda le sue radici nella mitologia e nelle leggende antiche, dove le anime dei soldati caduti in battaglia venivano considerate ancora presenti nel mondo dei vivi. Questo concetto è stato successivamente adottato nelle tradizioni culturali delle varie civiltà, che spesso attribuivano ai fantasmi di guerra un ruolo di giudici o protettori delle terre sacre. Oggi, l’idea dei fantasmi di guerra viene spesso evocata per riflettere sul trauma e sulla perdita associata ai conflitti, offrendo un modo per ricordare e onorare coloro che hanno sacrificato la loro vita.

L’antica credenza nelle anime dei soldati caduti in battaglia, ancora presenti nel mondo dei vivi, ha influenzato le tradizioni culturali delle varie civiltà, che spesso consideravano i fantasmi di guerra come giudici o protettori delle terre sacre. Oggi, questa concezione viene utilizzata per riflettere sul trauma e sulla perdita legati ai conflitti, rendendo omaggio a coloro che hanno dato la loro vita.

Risposta: L’idea dei fantasmi di guerra ha radici antiche e può essere rintracciata in diverse tradizioni culturali e religiose. Queste credenze si svilupparono in particolar modo durante i periodi di conflitto e guerre, dove la morte e la distruzione erano all’ordine del giorno.

I fantasmi di guerra sono considerati presenze spirituali legate alle esperienze di morte tragica e violenza nei campi di battaglia. Antiche civiltà come gli antichi romani e i greci credevano che gli spiriti dei soldati caduti potessero ancora vagare sulla terra, in cerca di vendetta o di pace. Queste credenze si sono evolute nel corso della storia, influenzando diverse tradizioni religiose e culturali. Durante i periodi di conflitto e guerre, l’idea dei fantasmi di guerra è diventata particolarmente rilevante, poiché la morte e la distruzione erano all’ordine del giorno. Spesso, si credeva che queste apparizioni fossero il risultato di spiriti inquieti che non riuscivano a trovare la pace dopo la morte.

I fantasmi di guerra sono entità spirituali legate alle esperienze di morte tragica e violenza nei campi di battaglia, influenzando diverse tradizioni religiose e culturali nel corso della storia. Durante i periodi di conflitto, la presenza di questi spiriti inquieti diventa particolarmente rilevante.

Quali sono le caratteristiche comuni dei fantasmi di guerra?

I fantasmi di guerra sono entità spettrali che si dice appaiano in luoghi legati a eventi di guerra. Le loro caratteristiche comuni includono l’aspetto di soldati o vittime di guerra, spesso mostrando ferite o uniformi dell’epoca. Si crede che abbiano una presenza inquietante e che possano manifestarsi attraverso suoni, visioni o attività paranormali. Molti rapporti di fantasmi di guerra sono stati registrati in siti storici di battaglie, come cimiteri militari o rovine di castelli. Il loro scopo o motivo per apparire può variare, ma spesso vengono associati a ricordi traumatici o a cercare giustizia per la loro morte.

I fantasmi di guerra sono considerati entità spettrali che si manifestano in luoghi legati a eventi bellici. Solitamente assumono l’aspetto di militari o vittime di guerra, mostrando segni delle ferite subite o indossando uniformi dell’epoca. Si crede che abbiano una presenza inquietante e che possano manifestarsi attraverso suoni, visioni o attività paranormali. Siti storici di battaglie, cimiteri militari e rovine di castelli sono spesso luoghi in cui si registrano questi avvistamenti. La ragione del loro apparire può variare, ma è spesso associata a trauma o alla ricerca di giustizia per la morte subita.

Risposta: I fantasmi di guerra presentano spesso alcune caratteristiche comuni, come l’apparizione di soldati morti o spiriti di combattenti, che vagano tra le trincee o sui campi di battaglia. Alcuni testimoniano di udire grida, lamenti e sussurri provenire dalle zone in cui sono avvenuti scontri armati.

Alcuni fanno riferimento alle apparizioni di ombre o figure spettrali che sembrano ripercorrere gli eventi tragici del passato. Questi fantasmi di guerra sono considerati dai credenti come una sorta di energia residua, un ricordo vivido di quei momenti di violenza estrema. Alcuni ricercatori suggeriscono che tali fenomeni siano legati alla forte emotività che caratterizza il contesto bellico e che le energie negative e traumatiche, generate in quei luoghi, abbiano lasciato un’impronta indelebile nell’ambiente.

I fantasmi di guerra, considerati un residuo energetico dei momenti di violenza estrema, sono legati alla forte emotività e alle energie negative generate durante il contesto bellico. Alcuni ricercatori sostengono che queste figure spettrali siano il risultato di un’impronta indelebile lasciata nell’ambiente da eventi tragici del passato.

Qual è il significato simbolico dei fantasmi di guerra?

I fantasmi di guerra hanno un significato simbolico molto profondo. Rappresentano il passato doloroso e gli orrori che la guerra può portare. Queste apparizioni spettrali sono un simbolo di trauma e lutto, testimonianze di vite perdute e di sofferenze insostenibili. Ma i fantasmi di guerra sono anche un richiamo alla memoria collettiva e alla necessità di non dimenticare le atrocità commesse. Attraverso di loro, si cerca di rendere tangibile l’impatto devastante dei conflitti e di promuovere la pace e la comprensione tra i popoli.

I fantasmi di guerra sono un potente simbolo del trauma, del dolore e delle perdite causate dalla guerra, e promuovono la memoria collettiva, la pace e la comprensione tra i popoli.

Risposta: I fantasmi di guerra possono essere interpretati come un modo per onorare e preservare la memoria dei soldati caduti o come un segnale di un passato traumatico e di esperienze non risolte. Alcuni ritengono che la presenza dei fantasmi di guerra possa indicare una necessità di riconciliazione e guarigione in relazione ai conflitti passati.

I fantasmi di guerra possono essere interpretati in modi diversi. Da un lato, possono essere considerati un modo per onorare e preservare la memoria dei soldati caduti, rappresentando un legame con il passato e mantenendo viva la consapevolezza dei sacrifici compiuti. D’altra parte, la presenza dei fantasmi di guerra può anche essere vista come un segnale di un passato traumatico e di esperienze non risolte, suggerendo la necessità di riconciliazione e guarigione in relazione ai conflitti passati. In ogni caso, questi fantasmi rappresentano una testimonianza emotiva e spirituale di un periodo storico complicato.

I fantasmi di guerra, siano essi un omaggio ai soldati caduti o un segno del trauma passato, forniscono una testimonianza emotiva e spirituale di un periodo storico complesso, richiedendo a loro volta riconciliazione e guarigione.

Fantasmi di guerra: un’analisi approfondita delle esperienze paranormali nei luoghi di battaglia

La guerra ha sempre lasciato una profonda impronta sui luoghi di battaglia. Ma, oltre alle cicatrici fisiche, questi siti custodiscono spesso esperienze paranormali. Fantasmi di soldati caduti o voci inquietanti che echeggiano nelle trincee abbandonate sono solo alcune delle testimonianze che emergono da queste terre infuse di storia e tragedia. Attraverso un’analisi approfondita, esploreremo le storie di questi fantasmi di guerra, cercando di comprendere le cause e il significato di queste manifestazioni paranormali incontestabili.

Indagheremo sulle possibili origini di queste presenze inquietanti, esplorando il legame tra le emozioni intense provate durante la guerra e l’energia residua che potrebbe persistere nei luoghi di conflitto.

Il mistero dei fantasmi di guerra: una prospettiva scientifica sulle testimonianze di soldati

Le testimonianze dei soldati che riferiscono incontri con fantasmi di guerra rappresentano un dilemma sorprendente per la comunità scientifica. Molti scettici tendono a interpretare questi avvistamenti come semplici allucinazioni o risposte psicologiche al trauma vissuto in battaglia. Tuttavia, alcune ricerche suggeriscono che questi incontri potrebbero essere spiegati da fenomeni fisici sconosciuti o da fattori ambientali che influenzano la percezione umana. La sfida per gli studiosi è continuare a esplorare e comprendere il paranormal nel contesto delle esperienze di guerra, al fine di gettare luce su un mistero che affascina da secoli.

La comunità scientifica si trova di fronte a un dilemma sorprendente riguardo alle testimonianze dei soldati che riferiscono incontri con fantasmi di guerra. Le interpretazioni variano tra allucinazioni o risposte psicologiche e la possibilità di fenomeni fisici o fattori ambientali. Gli studiosi continuano a cercare risposte per comprendere meglio il fenomeno.

Fantasmi di guerra: fenomeno reale o suggestione collettiva? Un’indagine scientifica

Indagini scientifiche hanno cercato di comprendere se i fantasmi di guerra siano un fenomeno reale o solo suggestione collettiva. Diversi studiosi si sono dedicati allo studio di testimonianze di soldati e civili che affermano di aver visto apparizioni durante conflitti passati. Tuttavia, non esistono prove scientifiche concrete che dimostrino l’esistenza di spiriti o fantasmi. Alcuni esperti suggeriscono che queste esperienze potrebbero essere il risultato di stress, traumi o allucinazioni provocate dallo stress di combattere in situazioni estreme. La questione rimane aperta e richiede ulteriori ricerche per una conclusione definitiva.

Le ricerche scientifiche sugli avvistamenti di fantasmi di guerra non hanno ancora fornito prove concrete dell’esistenza di spiriti, ma potrebbero essere il risultato di stress e allucinazioni causati dagli effetti traumatici dei conflitti.

Dalla trincea al soprannaturale: la presenza dei fantasmi di guerra raccontata dai veterani

La presenza dei fantasmi di guerra è un fenomeno ricorrente raccontato da numerosi veterani. Durante gli scontri sul campo di battaglia, molti soldati sono stati testimoni di apparizioni spettrali che sembravano provenire direttamente dalle trincee. Questi fantasmi di guerra sono spesso descritti come figure eteree, irreali e spesso rivestite degli abiti dell’epoca. Le testimonianze riportano che queste presenze hanno il potere di trasmettere un senso di terrore, rimorso e tristezza. Tali esperienze soprannaturali hanno lasciato un segno indelebile sulla psiche dei veterani, che hanno spesso cercato di trovare conforto nella condivisione di queste storie.

Numerosi veterani riferiscono dell’inquietante presenza di fantasmi di guerra, che sembrano emergere dalle trincee durante i combattimenti. Queste figure eteree, vestite con abiti dell’epoca, trasmettono sensazioni di terrore, rimorso e tristezza, lasciando un’impronta indelebile sulla mente dei sopravvissuti, che spesso cercano conforto nel condividere queste esperienze soprannaturali.

I fantasmi di guerra rappresentano una complessa manifestazione del trauma e del dolore derivante dai conflitti bellici. Queste presenze spettrali sono intrise di emozioni e ricordi di eventi tragici e sconvolgenti che si sono verificati in passato. Attraverso la comprensione e lo studio di queste apparizioni, possiamo sperare di ottenere una migliore comprensione della sofferenza umana durante la guerra e delle sue conseguenze durature. La ricerca su questo argomento potrebbe contribuire alla salute mentale e al benessere dei veterani di guerra e delle comunità coinvolte. Inoltre, potrebbe portare a una maggiore consapevolezza della complessità delle esperienze umane e alla necessità di un dialogo e una comprensione più profonda sulle conseguenze del conflitto. In definitiva, il fenomeno dei fantasmi di guerra è un campo di studio che merita attenzione e ulteriori approfondimenti per aiutare a preservare e onorare la memoria delle vittime di guerra e per promuovere una pace duratura.

Related posts:

Luca Bianchi Rossi

Luca Bianchi Rossi

Sono appassionato di videogiochi fin da quando ero bambino. Ho trascorso innumerevoli ore a giocare e ad esplorare i mondi virtuali. La mia passione per i videogiochi mi ha portato a creare un blog online dedicato alle guide dei videogiochi. Attraverso il mio blog, condivido le mie esperienze di gioco, fornisco consigli utili e guide dettagliate per aiutare altri giocatori a superare sfide e ottenere risultati migliori nei loro giochi preferiti.

Related Posts

fantasmi di guerra spiegazione finale

La verità svelata: la spiegazione finale sulla ragazza di Stillwater

La ragazza di Stillwater è un film del 2021 diretto da Tom McCarthy e interpretato da Matt Damon, che ha…

fantasmi di guerra spiegazione finale

La lettera commovente ad un nipote speciale in occasione della sua prima comunione

La prima comunione è un evento importante nella vita di ogni bambino cattolico e rappresenta il primo passo sulla strada…

fantasmi di guerra spiegazione finale

Crea la tua terra di Mordor: il gioco che ti trasporta nella terra del Signore degli Anelli

La creazione di Mordor è un’arte che richiede abilità e pazienza. Molti appassionati di fantasy sono affascinati dal mondo immaginario…

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • Suomen kieli
  • Previous article
  • Next article

Fantasmi di guerra

Ghosts of War è un film horror britannico scritto e diretto da Eric Bress , uscito nel 2020 .

  • 2 Scheda tecnica
  • 3 Distribuzione
  • 4 Produzione
  • 5 Note e riferimenti
  • 6 Link esterni

Verso la fine della seconda guerra mondiale , nel 1944, in una Francia occupata e in rovina, cinque soldati americani vengono inviati in un castello francese, in attesa di rinforzi perché punto strategico, per impedire ai nazisti di riconquistarlo. Tuttavia, mentre la loro missione sembra essere banale, scopriranno presto che la villa sembra essere infestata dai fantasmi di una famiglia massacrata dai tedeschi perché hanno nascosto degli ebrei... Da quel momento in poi, mentre i loro nemici si avvicinano al residenza, i cinque americani dovranno sopravvivere di fronte a una forza soprannaturale che si rifiuta di lasciarli andare, molto più terrificante di qualsiasi cosa abbiano visto a terra...

Scheda tecnica

  • Titolo originale e francese: Ghosts of War
  • Regia e sceneggiatura: Eric Bress
  • Fotografia: Lorenzo Senatore
  • Montaggio: Peter Amundson
  • Musica: Michael Suby
  • Produzione: D. Todd Shepherd, Shelley Madison e Joe Simpson
  • Società di produzione: Varie Entertainment, Highland Film Group e Ingenious Media
  • Società di distribuzione: Vertical Entertainment
  • Lingua originale: inglese
  • Formato: colore - 2.35:1
  • Genere: horror
  • Durata: 95 minuti

Distribuzione

  • Brenton Thwaites ( VF  : Julien Portoghese )  : Chris
  • Theo Rossi  : Kirk
  • Skylar Astin  : Eugene
  • Kyle Gallner  : Tappert
  • Alan Ritchson  : Butchie
  • Billy Zane ( VF  : Jérôme Keen )  : Dr. Engel
  • Shaun Toub  : Mr. Helwig
  • Alexander Behrang Keshtkar  : il leader
  • Kaloyan Hristov  : il figlio di Helwig
  • Yanitsa Mihailova  : Christina Helwig

Note e riferimenti

  • ↑ "  Foglio di doppiaggio francese del film  " , su RS Doublage (consultato il 25 luglio 2021 )

link esterno

  • Il database dei film
  • (it)   Allmovie
  • (it)   Il database dei film su Internet
  • (it)   Metacritic
  • (de)   OFDb
  • (it)   Pomodori Marci
  • This page is based on the copyrighted Wikipedia article "Ghosts_of_War" ( Authors ); it is used under the Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License . You may redistribute it, verbatim or modified, providing that you comply with the terms of the CC-BY-SA.
  • frwiki.wiki is not affiliated with the Wikimedia Foundation
  • Cookie-policy
  •       To contact us: mail to [email protected]
  •  Change privacy settings 

fantasmi di guerra spiegazione finale

JustWatch

Fantasmi di guerra

Titolo originale: ghosts of war, guarda adesso.

Amazon Prime Video

IN PROMOZIONE

Streaming in:

Rakuten TV

Abbiamo verificato gli aggiornamenti su 70 servizi di streaming il giorno 14 gennaio 2024 alle 22:29:50. Qualcosa è andato storto? Faccelo sapere!

Fantasmi di guerra - guarda online: streaming, acquisto or noleggio

Adesso puoi guardare "Fantasmi di guerra" in streaming su Amazon Prime Video. Puoi anche comprare "Fantasmi di guerra" scaricandolo da Rakuten TV, Apple TV, Google Play Movies, Amazon Video o noleggiarlo online su Rakuten TV, Apple TV, Google Play Movies, Amazon Video.

In quale posizione della classifica si trova Fantasmi di guerra oggi? Le classifiche giornaliere degli streaming di JustWatch sono calcolate in base all'attività degli utenti nelle ultime 24 ore. L'attività degli utenti include cliccare su un'offerta di streaming, aggiungere titoli alla Watchlist e contrassegnare un titolo come "Visto". I dati sono raccolti su circa 1,3 milioni di appassionati di film e serie TV al giorno.

Ultimo aggiornamento della classifica degli streaming: 21:24:03, 14/01/2024

Fantasmi di guerra è oggi al numero 1883 nella classifica quotidiana degli streaming di JustWatch. Il film è salito di 837 posizioni nella classifica rispetto a ieri. In Italia, è più popolare di Silent Hill – The Spence Edit ma meno popolare di The Carpenter.

Sul finire della Seconda guerra mondiale, cinque intrepidi soldati americani vengono assegnati al controllo di un castello francese. In precedenza occupato da un alto comando nazista, il luogo farà rapidamente precipitare il gruppo nel caos e nella follia a causa della presenza di un nemico soprannaturale molto più terrificante di qualsiasi cosa affrontata prima in battaglia.

Classifica degli Streaming Le classifiche giornaliere degli streaming di JustWatch sono calcolate in base all'attività degli utenti nelle ultime 24 ore. L'attività degli utenti include cliccare su un'offerta di streaming, aggiungere titoli alla Watchlist e contrassegnare un titolo come "Visto". I dati sono raccolti su circa 1,3 milioni di appassionati di film e serie TV al giorno.

JustWatch Logo

Valutazione

IMDB

Paese di produzione

Simile a fantasmi di guerra.

Il luogo delle ombre

Popular movies coming soon

Dune - Parte due

Più Film con Brenton Thwaites

Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar

fantasmi di guerra spiegazione finale

Fantasmi di guerra

Icon image

About this movie

Ratings and reviews.

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • Flag inappropriate
  • Show review history

fantasmi di guerra spiegazione finale

Rate this movie

IMTV

Press ESC to close

1921 - Il mistero di Rookford: trama completa, spiegazione scena finale, cast

1921 – Il mistero di Rookford: trama completa e spiegazione finale

1921 – Il mistero di Rookford (titolo originale: The awakening ) è un film horror/thriller diretto da Nick Murphy con Rebecca Hall, Imelda Staunton e Dominic West. Sarà trasmesso stasera in tv – sabato 11 dicembre – a partire dalle ore 21.15 su Italia 2 e in diretta streaming sul portale Mediaset Infinity . Si tratta di un horror psicologico , costruito attorno a una storia di fantasmi , che dosa sapientemente suspense, colpi di scena e un finale sorprendente.

1921 - Il mistero di Rookford: trama completa, spiegazione finale, cast e curiosità

1921 – Il mistero di Rookford: trama completa, spiegazione finale, cast e curiosità

1921 – Il mistero di Rookford, trama completa

Nel 1921, a Londra, la razionale e scettica Florence Cathcart è diventata una scrittrice di successo per aver smascherato bufale riguardo al mondo del sovrannaturale e per aver aiutato la polizia ad arrestare diversi  truffatori. Il veterano di guerra Robert Mallory la invita nel collegio di Rookford in Cumbria per indagare sul fantasma di un bambino che sta spaventando gli alunni della scuola, situata nel mezzo del nulla nella campagna inglese. Le racconta anche che molti anni fa ci fu un omicidio nella tenuta e di recente è morto l’allievo Walter Portman. La riluttante Florence accetta di recarsi a Rookford per indagare con le sue attrezzature scientifiche. All’arrivo, viene accolta dalla governante Maud e dallo studente Thomas Hill. Presto Florence scopre che Walter è morto a causa di un attacco d’asma e raccoglie le prove per dimostrare che il presunto fantasma è lo scherzo di pessimo gusto di uno scolaro. Quando gli studenti, gli insegnanti e il personale lasciano il collegio per le vacanze, Florence rimane sola con Robert, Maud e Tom. Ma mentre anche lei si appresta a tornare a casa iniziano ad accadere cose molto strane che mettono in dubbio la sua fede nella razionalità…

1921 – Il mistero di Rookford, spiegazione finale film (SPOILER)

La spiegazione del finale del film 1921 – Il mistero di Rookford rivela che lo studente Tom è un fantasma e che Florence da piccola abitava nella villa che ora è una scuola. Molti anni fa, la madre e il padre della donna iniziarono una brutta lite terminata con il padre che spara alla madre con un fucile e insegue Florence mentre la prende in giro con il suo soprannome, Mousie. Per sbaglio, il padre colpisce e ammazza Tom, e subito dopo si suicida . Tom è il figlio illegittimo nato dal padre e dalla governante, Maud, a cui Florence era molto legata, la sua unica amica.

Imelda Staunton interpreta la governante Maud Hill

Imelda Staunton interpreta la governante Maud Hill

Il trauma di questo evento infantile fa sì che la piccola Florence rimuova dalla sua mente tutto ciò a cui ha assistito e creda alla versione datale dai genitori adottivi, che le avevano raccontato che la sua famiglia naturale era morta sbranata dei leoni durante un safari. Alla fine, Florence ha una visione in cui rivede la sua storia, riscoprendo la parte oscura del suo passato. Maud quindi le rivela tutto. Tom è un fantasma e lei è la piccola ragazza che ha contribuito a crescere. Florence sembra quasi sollevata dalla rivelazione ed è felice per aver ritrovato il fratellino perduto in circostanze tragiche. Festeggiano quindi con un bicchiere di sherry proposto da Maud, che in realtà però avvelena la bevanda spinta dal desiderio di riunirsi per l’eternità con i bambini da lei cresciuti e vivere insieme a loro nella tenuta di Rookfort sotto forma di fantasmi.

Il finale del film 1921 – Il mistero di Rookford: Florence muore? (SPOILER)

No, Florence non muore nel finale del film Il mistero di Rookford. E’ il piccolo Thomas a darle un farmaco in grado di farle vomitare il veleno appena ingerito. La scena finale di Il mistero di Rookford mostra Florence in piedi felice tra le braccia di Robert che condivide una sigaretta. Non è un fantasma. Lei è viva e felice e anche Robert. In realtà il regista Nick Murphy ha giocato con l’interpretazione del pubblico lasciando ipotizzare che anche lei sia diventata un fantasma, ma è stato lui stesso insieme all’attrice Rebecca Hall (l’interprete di Floronce) a a chiarire il finale dichiarando in diverse interviste che la protagonista sopravvive.

1921 Il mistero di Rookford: spiegazione del finale

1921 Il mistero di Rookford: spiegazione del finale

Il mistero di Rookford, ci sono fantasmi o è solo l’immaginazione di Florence?

Sì, i fantasmi del film 1921 – Il mistero di Rookford sono reali. Durante la pellicola ne vediamo solo uno, Tom. Ma ci viene detto che i fantasmi si rivelano a coloro che sono molto soli: questo è il concetto centrale del film. Maud, Robert (che vede i suoi amici morti dalla guerra), Florence e Victor sono esempi di persone sole che vedono i fantasmi.

Il mistero di Rookford è una storia  vera?

No, quella raccontata nel film non è una storia ispirata a fatto veramente accaduti.

Il cast completo del film

Rebecca Hall: Florence Cathcart Dominic West: Robert Mallory Imelda Staunton: Maud Hill Isaac Hempstead-Wright: Tom Hill Shaun Dooley: Malcolm McNair Joseph Mawle: Edward Judd Diana Kent: Harriet Cathcart Richard Durden: Alexander Cathcart John Shrapnel: reverendo Hugh Purslow Cal MacAninch: Freddie Strickland Lucy Cohu: Constance Strickland Anastasia Hille: Katherine Vandermeer Andrew Havill: George Vandermeer Tilly Vosburgh: Vera Flood Ian Hanmore: Albert Flood Steven Cree: sergente Paul Evans Alfie Field: Victor Parry Felix Soper: Julian Dowden

Il film Il mistero di Rookford stasera in tv su Italia 2 e in streaming

Il film Il mistero di Rookford stasera in tv su Italia 2 e in streaming

Curiosità – Dove è stato girato il film?

  • Il film Il mistero di Rookford è stato girato tra Inghilterra e Scozia.
  • La tenuta di Rookford non è un luogo reale. La location usata per il collegio del film è la stessa usata per la tenuta di Mr. Darcy, nella serie BBC Orgoglio e pregiudizio (1995) con protagonista Colin Firth .

Il mistero di Rookford, il trailer italiano

Share Article:

Other stories

Venezia-juventus: dove vedere la diretta tv sky o dazn, ultimissime formazioni, doppio amore, un film tra sesso e psicologia stasera in tv su cielo.

Fantasmi di guerra in streaming

  • News e Articoli

Locandina di Ghosts of War

Il film Fantasmi di guerra in streaming legale completo è disponibile in italiano su Amazon Prime Video, Infinity, Chili, TIMVISION, Rakuten TV, Google Play, iTunes. Per ogni piattaforma streaming scopri se puoi guardare in abbonamento, noleggio, acquisto con prezzi per la versione SD, HD e 4K e con audio e sottotitoli in italiano (ITA) e inglese (ENG).

powered by Filmamo

fantasmi di guerra spiegazione finale

Come finisce I bambini della speranza, trama e finale spiegazione del film 2020 di Rete 4

Pubblicato da blog di alberto fuschi il 13 gennaio 2024 13 gennaio 2024, come finisce i bambini della speranza, trama e finale.

Stasera su Rete 4 va in onda I bambini della speranza film 2020 diretto da Simon Block, conosciuto anche con il titolo The Windermere Children. L’opera biografica si incentra sui bambini inglesi sopravvissuti all’Olocausto. Il film è ambientato nel Lake District, ma le riprese si sono svolte in Irlanda del Nord. Data l’importanza del tema, il titolo cinematografico si è aggiudicato un premio al Prix Europa come miglior film televisivo. Protagonista Iain Glen (ispirato a una figura reale) interpretato da Jock Lawrence e il medico Oscar Friedmann impersonato da Thomas Ketschmann. Le storie di alcuni tra i 300 rifugiati orfani ebrei che hanno iniziato una nuova vita nell’estate del 1945 attraverso le loro stesse parole. Come finisce I bambini della speranza. La trama, il finale e la spiegazione del film.

Come finisce I bambini della speranza, trama completa

Dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale, circa 300 bambini e ragazzi ebrei polacchi, superstiti dei campi di concentramento nazisti, vengono accolti nella tenuta di Calgarth a Troutbeck Bridge, una piccola località vicino al lago Windermere in Inghilterra. Seguiti da volontari dedicati che li assistono nel processo di adattamento, questi giovani, profondamente segnati dalle esperienze vissute nei campi, si trovano lì in attesa che venga trovata per loro una nuova sistemazione. Le ferite emotive e il timore rimangono vividi, e ogni piccolo gesto o evento, come un semplice esame medico o la partecipazione a attività di gruppo, può riportare alla mente il trauma subito in quell’inferno che hanno vissuto sulla propria pelle.

Come finisce I bambini della speranza film 2020 di Rete 4

I bambini della speranza finisce con una scena finale commovente. Gli ex bambini di Windermere, ora degli attempati signori, tornano sulla riva del lago ricordando il passato: il signor Ben Helfgott, che arrivò a Windermere per la prima volta da bambino e dimostrò un particolare talento per lo sport. In futuro diventerà infatti un campione delle Olimpiadi. Tanti altri casi di successo arriveranno nel corso degli anni. I ragazzi condividono la felicità ritrovata dopo la sopravvivenza all’Olocausto.

I bambini della speranza finale spiegazione: il miracolo di Windermere

Come finisce I Bambini della Speranza

I ragazzi condividono i sogni da realizzare appena andranno via da Windermere, che è diventato un luogo di famiglia, quasi inseparabile. I sopravvissuti diventeranno anche amici, anzi dei fratelli accomunati da un passato di sofferenza. Windermere è per loro il simbolo della speranza e della rinascita.

' src=

Blog di Alberto Fuschi

Giornalista iscritto presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Blog Magazine: Piper Spettacolo Italiano

Articoli correlati

Come finisce Mondocane film

Film Stasera in TV

Come finisce mondocane, trama e finale spiegazione del film.

Come finisce Mondocane, trama e finale Mondocane è un film 2021 diretto da Alessandro Celli, presentato alla Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica 2021, nella sezione “Settimana Internazionale della Critica”, ispirato a fatti realmente accaduti. Protagonista Alessandro Leggi tutto…

Come finisce Collateral Beauty

Come finisce Collateral Beauty, finale spiegazione del film con Will Smith

Come finisce Collateral Beauty, trama e finale Collateral Beauty è un film 2016 diretto da David Frankel. Un cast stellare che comprende Will Smith, Edward Norton, Kate Winslet, Keira Knightley e Helen Mirren. Un dramma Leggi tutto…

Come finisce The Gunman

Come finisce The Gunman, trama e finale spiegazione del film

Come finisce The Gunman, trama e finale The Gunman è un film 2015 diretto da Pierre Morel, basato sul romanzo di Jean-Patrick Manchett, conosciuto con il titolo Posizione di Tiro. Il protagonista è interpretato dal Leggi tutto…

  • Wired Consiglia

Lorenza Negri

Avete riconosciuto l'easter egg che introduce True Detective: Night Country ?

True Detective Night Country

"For we do not know what beasts the night dreams when its hours grow too long for even God to be awake - Hildred Castaigne”. È la citazione che introduce la quarta stagione di True Detective, Night Country , al suo debutto il 15 gennaio con il primo di sei episodi su Sky e Now (i restanti cinque arriveranno a scadenza settimanale). Da dove proviene questa riflessione tanto cupa e sinistra, che in italiano suona più o meno così: "Perché non sappiamo quali bestie sogni la notte quando le sue ore diventano così lunghe che neanche Dio è sveglio "?. I seguaci più sfegatati della serie antologica poliziesca creata ormai dieci anni fa da Nic Pizzolatto e Cary Joji Fukunaga riconosceranno il nome di Castaigne, personaggio immaginario in The King in Yellow (Il Re giallo ) di Robert W. Chambers, raccolta di racconti gotici del 1895 citata nella prima stagione della serie in riferimento a una fantomatica entità malvagia collegata a una serie di efferati omicidi.

True Detective Night Country avete riconosciuto l'easter egg che introduce la stagione

I detective Rust e Marty, interpretati nel 2014 rispettivamente da Matthew McCounaghey e Woody Harrelson, rinvengono la menzione del nome tra i disegni e gli scarabocchi di un diario. Tuttavia, sebbene Castaigne figuri realmente nella raccolta – è un ometto che ha perso la ragione dopo aver letto il libro proibito e pericoloso sul Re giallo –, la citazione menzionata nella quarta stagione non è rintracciabile nei testi di Chambers . Questo perché Issa López, regista e sceneggiatrice di Night Country , se l’è inventata! " È una frase creata da me stessa ", ha dichiarato nel corso di un’intervista la showrunner. E ha continuato, “ Stavo cercando la citazione perfetta per parlare delle cose che si nascondono nel buio e non riuscivo a trovarla. Così l'ho scritta io" . Attribuire la frase al personaggio di Castaigne è stato un modo divertente per evocare la prima stagione e strizzare l’occhio ai fan.

True Detective 4: Night Country è è cupa, misteriosa e spirituale

di Lorenza Negri

Ecco Rabbit R1, l’assistente AI che vuole mandare in pensione Alexa e Siri

di Julian Chokkattu

Il lato oscuro dei parrocchetti, tra i protagonisti dell'ultimo film di Miyazaki

di Mara Magistroni

True Detective Night Country avete riconosciuto l'easter egg che introduce la stagione

" Ho particolarmente amato la vena soprannaturale della prima stagione, i riferimenti al Re Giallo e Carcosa ", ha ammesso la López. La quarta stagione di True Detective è ambientata in un luogo molto lontano rispetto alla Luisiana della prima annata e anche eventi e personaggi sono diversi e non collegati tra loro. Tuttavia, i toni del soprannaturali emergono anche nel caso seguito dalle detective Liz Danvers (Jodie Foster) ed Evangeline Navarro (Kali Reis) , mentre indagano sulla misteriosa scomparsa di otto ricercatori di una base scientifica durante il periodo di buio perenne che caratterizza i mesi invernali di Ennis in Alaska.

Le storie da non perdere di Wired

👑 Il nuovo numero di Wired in edicola parla dei padroni del mondo

🇮🇱 🇵🇸 Le notizie per capire cosa sta succedendo in Medio Oriente

🇺🇦 La guerra in Ucraina : gli aggiornamenti di Wired sul conflitto

🔭 Segnatevi queste date per puntare gli occhi al cielo: il calendario astronomico del 2024

💬 Wired ha aperto il canale Whatsapp: iscriviti subito!

📩 Scopri le nostre newsletter: le ultime su tecnologia, gadget, ambiente, salute e diritti. Iscriviti subito

🖥 Notizie, recensioni e guide all'acquisto sui migliori gadget del momento

👀 Vuoi comunicare in modo sicuro con la redazione di Wired? Usa Wiredleaks

Abbiamo ascoltato in anteprima le canzoni del festival di Sanremo 2024

di Nicholas David Altea

MYmovies.it

  • Programmazione sale 
  • Login 

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • Film 
  • Serie TV 
  • Festival 
  • Cinema 
  • MYMOVIE S LIVE 
  • TROV A STREAMING 
  • DVD 

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • Guida TV 
  • News 

fantasmi di guerra spiegazione finale

L'immagine del nemico in Zero Dark Thirty . di Roy Menarini

Per una volta si può serenamente affermare che un film, in questo caso Zero Dark Thirty , è stato pienamente compreso. Ottimi critici di numerose testate hanno già indicato le letture più adatte per analizzare il film della Bigelow , capolavoro senza se e senza ma, diretto da una delle autrici più importanti del cinema contemporaneo. Si è detto che il film ruota intorno a un fantasma (Bin Laden) e dunque ci parla più di chi sta conducendo la caccia (gli americani) che dei bersagli dell'indagine, i terroristi. Si è anche scritto che alla Bigelow interessano prima di tutto le procedure e le tecniche attraverso le quali l'America si confronta con il nemico, lavorando all'interno di un sistema operativo che diventa il vero oggetto di indagine documentale del film. Si aggiunga anche la lettura di gender: quanto di virile c'è in Maya o quanto piuttosto di impercettibilmente femminile nel condurre e trasformare le indagini, mentre il gioco maschile della guerra e della tortura sembrano inadatti a raggiungere l'obiettivo (e poco forse si è compreso di questo messaggio della Bigelow , che spiega chiaramente come non si doveva gestire il post-11 settembre)? E, ancora, si sono sprecati paragoni con il western e con la fantascienza - a un certo punto si spalanca persino l'hangar della famosa Area 51. Proprio quest'ultima suggestione ci aiuta nel nostro ragionamento, leggermente diverso. Quale nemico presuppone la guerra al terrore? Se già da subito - con formidabile efficacia - Zero Dark Thirty si dà come opera epocale e definitiva sul periodo 2001-2011, non di meno la pellicola sarà utile per gli storici nel ricostruire l'immagine del nemico ai tempi del fanatismo islamico. Se 24 presupponeva che la violenza del terrore non potesse che travolgere chi lo contrasta - e Jack Bauer "sacrificava" alla nazione la propria integrità, in questo senso salvandone l'innocenza e caricando su di sé il caos - attraverso Maya assistiamo a un percorso di conoscenza dell'altro da sé. All'inizio c'è un obiettivo: Bin Laden. E tanti intermediari, una catena di nomi e di volti cupamente simili l'uno all'altro, impossibili da distinguere. Il buco nero dell'immagine è l'indefinibile: così come gli indiani o gli alieni, gli islamici di Al-Quaeda sembrano tutti uguali. Hanno nominativi simili, possiedono un nome di battaglia, sono mori con le barbe lunghe, mutano identità e parentele, e l'unico modo per chiarirne il ruolo - secondo la CIA - è ottenere informazioni con la forza. Maya impone invece uno sguardo analitico: lei conosce i nomi reali, si districa tra le identità, osserva i volti, insegue un contatto, l'ultimo anello verso Bin Laden, anche quando è scomparso dalle intercettazioni per anni e anni. In buona sostanza: prende sul serio il nemico. Esattamente come in Hurt Locker e Zero Dark Thirty la Bigelow prende sul serio il cinema di guerra - che, come suggeriva Kubrick, è in fondo l'unico cinema possibile - Maya attualizza le procedure necessarie per giungere a neutralizzare il nemico. Non a caso, l'ultimo sguardo è il suo, una riappropriazione di potere (biologico e politico) che rischia di diventare, se interpretata nel modo giusto, una nuova forma, filosofica e psicologica, del femminismo controverso di Kathryn Bigelow .

{{PaginaCaricata()}}

  • 2025 - 2024 - 2023 - 2022
  • Film imperdibili 2024
  • Film imperdibili 2023
  • Film imperdibili 2022
  • Film imperdibili 2021
  • Film imperdibili 2020
  • Film imperdibili 2019
  • Film da vedere
  • Film al cinema
  • Film di gennaio
  • Film di febbraio
  • Novità in Dvd
  • Serie TV imperdibili 2024
  • Serie TV imperdibili 2023
  • Serie TV imperdibili 2022
  • Serie TV imperdibili 2021
  • Serie TV imperdibili 2020
  • Serie TV imperdibili 2019
  • Tutte le serie TV del 2024
  • Tutte le serie TV del 2023
  • Tutte le serie TV del 2022
  • Tutte le serie TV del 2021
  • Tutte le serie TV del 2020
  • Tutte le serie TV del 2019
  • 10 migliori serie tv coreane di sempre
  • Film Thriller
  • Film Horror
  • Monza Brianza
  • Uscite della settimana ❯
  • Yannick - La rivincita dello spettatore
  • The Holdovers - Lezioni di vita
  • Pare parecchio Parigi
  • Il punto di rugiada
  • Il fantasma di Canterville
  • L'anima in pace
  • Competitive ❯
  • Calendario delle uscite
  • Attesissimi
  • Smoke Sauna - I segreti della sorellanza
  • Sound of Freedom - Il Canto della Libertà
  • La Zona d'Interesse
  • Finalmente l'Alba
  • Race for Glory
  • May December
  • Dune - Parte 2
  • Green Border
  • Un altro ferragosto
  • La Passione di Dodin Bouffant
  • In the Land of Saints and Sinners
  • How To Have Sex
  • The Animal Kingdom
  • Appena aggiunti ❯
  • Peppa's Cinema Party
  • U Scrusciu Du Mari
  • Tati Part Time
  • Rafadan Tayfa 4: Hayrimatör
  • Sieger Sein
  • Prossimamente ❯
  • giovedì 18 gennaio
  • domenica 21 gennaio
  • lunedì 22 gennaio
  • Il cacciatore
  • giovedì 25 gennaio
  • Povere Creature!
  • La quercia e i suoi abitanti
  • Dieci Minuti
  • Tutti tranne te
  • Appuntamento a Land's End
  • I soliti idioti 3 - Il ritorno
  • lunedì 29 gennaio
  • City Hunter the Movie - Angel Dust
  • Genoa comunque e ovunque
  • martedì 30 gennaio
  • Il Bacio di Klimt
  • giovedì 1 febbraio
  • Argylle - La Superspia
  • The Warrior - The Iron Claw
  • Box Office ❯
  •  1     Il ragazzo e l'airone
  •  2     Perfect Days
  •  3     The Beekeeper
  •  4     Succede anche nelle migliori famiglie
  •  5     Enea
  •  6     C'è ancora domani
  •  7     Wonka
  •  8     Chi segna vince
  •  9     Come può uno scoglio
  •  10     50 Km all'ora
  • Stasera in Tv ❯
  • I fratelli De Filippo  RaiUno ore 21:30
  • Top Gun - Maverick  Canale 5 ore 21:20
  • Maschi contro femmine  Nove ore 21:25
  • The Foreigner  Canale 20 ore 21:03
  • Il mistero Henri Pick  Rai5 ore 21:14
  • Cowboys & Aliens  Rai Movie ore 21:10
  • Red 2  Cielo ore 21:15
  • Cambio vita  Twenty Seven ore 21:11
  • Se mi lasci non vale  Cine34 ore 21:00
  • 10 regole per fare innamorare  Cine34 ore 22:52
  • Instant Family  Sky Cinema 1 ore 21:15
  • Ultime news
  • Il cacciatore, il film vertice della filmografia di Michael Cimino: una radiografia di esperienze di vita vissute
  • La quercia e i suoi abitanti, la fiction entra nel doc naturalistico: un'esperienza sensoriale inedita
  • Emmy Awards: trionfano Succession, The Bear e Beef
  • The Gentlemen, il teaser trailer della serie [HD]
  • Wonka si conferma miglior incasso globale dell’inverno 23/24 e supera il mezzo miliardo d’incasso
  • Testa a testa giapponese in Italia. Miyazaki è sempre primo ma Perfect days è vicinissimo
  • Stasera in TV: i film da non perdere di martedì 16 gennaio 2024
  • La natura dell'amore, il trailer ufficiale del film [HD]
  • Supersex, il teaser trailer della serie [HD]
  • I Tre Moschettieri - Milady, il trailer italiano del film [HD]
  • Echo, un tuffo identitario nel multiverso Marvel: una serie dall'ottimo cast e dalle audaci scelte visive
  • Smoke Sauna, la concretezza dei corpi e la verità delle parole: un doc di grande sensibilità

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • SCRIVI CON NOI

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • BLU-RAY E DVD

storia di un fantasma (a ghost story)

Storia di un Fantasma: un capolavoro sui ricordi che infestano i luoghi della nostra vita [recensione]

' src=

Storia di un Fantasma , straordinaria pellicola del 2017 disponibile in home video CG Entertainment / Universal, è come suggerisce anche il titolo internazionale ( A Ghost Story ) un film sui fantasmi . Se siete in cerca di un film horror però, di certo non lo troverete in questa piccola opera d’arte drammatica firmata dal talentuosissimo David Lowery ( Il Drago Invisibile ,  Old Man & The Gun ). Un soggetto semplice quanto ardito nell’intuizione, diretto e reso in uno stile minimalista di grande efficacia.  

STORIA DI UN FANTASMA: LA TRAMA

Storia di un Fantasma  parte seguendo le vicende di una giovane coppia pronta al trasloco, interpretata da Casey Affleck e Rooney Mara  (già co-protagonisti per Lowery nel 2013 in  Senza Santi in Paradiso , premiato al Sundance). I due vivono un rapporto intenso, intessuto di prospettive comuni e di silenzi condivisi nell’intimità di abbracci notturni. Nella pacatezza e semplicità di questo scenario, la morte improvvisa dell’uomo devierà il corso della loro storia, obbligando l’amata a dover affrontare il peso di un lutto inaspettato e lui all’eterna permanenza nella loro casa, nella forma di un fantasma invisibile coperto da un lenzuolo bianco – idea vagamente ironica ma tutt’altro che ridicola.  

storia di un fantasma (a ghost story)

A GHOST STORY: LA SPIEGAZIONE DEL 4:3 E IL SIGNIFICATO DEL FANTASMA SOTTO IL LENZUOLO

Storia di un fantasma ( A Ghost Story )  è un  dramma sul tempo, sul nostro rapporto con i luoghi e sulla difficoltà di accettare il cambiamento ; intessuto di una lentezza malinconica e poetica resa da inquadrature fisse, intrappolate in un aspect ratio 1.33:1 dagli angoli arrotondati (dichiaratamente ispirato dal film  Jauja di Lisandro Alondo). Lo scopo di tale scelta creativa, indicata già nello script, è quello di  trasmettere il senso claustrofobico del tempo come gabbia e al contempo  di fermarne il fluire rievocando le emozioni contrastanti che suscitano le vecchie fotografie . Pochi dialoghi: a parlare sono infatti le immagini, così da restituire una semantica del cinema puro che semplicemente mostrando veicola significati. Uno stile complessivo che, oltre al suddetto titolo con Viggo Mortensen, rievoca alla lontana anche  The Presence , opera prima di Tom Provost del 2010.  

UN’ICONOGRAFIA CADUTA IN DISUSO

Altro elemento distintivo del film di Lowery è l’operazione di superamento dello stereotipo novecentesco della presenza oltremondana per sua riconfigurazione: prende il paradigma teatrale settecentesco del fantasma coperto da un lenzuolo , ormai caduto in disuso e ridicolizzato da un secolo di racconti per l’infanzia, e gli restituisce mistero e gravità drammatica riportando quel drappo bianco ad essere il ‘sudario’ che copriva il cadavere sul tavolo d’obitorio al momento del risveglio dell’anima.

Una rappresentazione iconografica tradizionale, familiare e immediatamente riconoscibile, ma che risulta nuova ed elegante per esubero di pacatezza e quiete, e che si fa simbolo di un bianco candore che cede il passo al grigio logorio , mentre lo spirito si muove sinuosamente fra gli spazi, sempre più ossessionato da piccoli dettagli ma spettatore fuori dal tempo di un mondo che può fare a meno di lui ; incapace di lasciar andare il suo vecchio posto in un contesto che diventa sempre più irriconoscibile.   

storia di un fantasma (a ghost story)

I LUOGHI CHE CI SOPRAVVIVONO E LA SPIEGAZIONE DEL FINALE DI STORIA DI UN FANTASMA

In  Storia di un Fantasma ( A Ghost Story ) il tema del rifiuto di una morte improvvisa è intrecciato con la l’intensità della storia d’amore tra i protagonisti, che lascia ricordi tanto vividi da resistere all’assenza che irrompe nella vita dei due.

Il fantasma quindi non è solo mera entità paranormale, ma è anche la manifestazione simbolica del ricordo che sopravvive agli eventi e che dura nel silenzio e nell’ombra , senza apparire eppure mostrandosi in maniera velata: una presenza nell’assenza , ben rappresentata dagli occhi inespressivi, eppure tristi, come i due fori nel lenzuolo che tirano verso il basso.  

IL LATO TANGIBILE DELLA «NOSTRA STORIA»

Il film di David Lowery sviluppa il proprio corso su questo lieve confine tra la vita e la sua negazione, e gli obiettivi lasciati in sospeso, non raggiunti, determinano non solo un’impossibilità di accettare la fine di un percorso, ma soprattutto un’incapacità di separarsi dai luoghi, simulacro tangibile destinato a sopravvivere alla caducità delle emozioni . Quei luoghi che il protagonista già da vivo difficilmente voleva lasciare, quando nel corso di un flashback affermava che «qui c’è la nostra storia» .  

Così lo spazio si interseca con il senso della memoria , custode della vestigia del passato; esso è ciò che non muta, nonostante l’assenza di chi è stato amato. Il luogo vissuto, simbolicamente carico, costituisce la cornice di un sistema relazionale e quando la relazione si esaurisce, per un motivo come può essere la morte, il luogo continua a permearsi di emozioni e memorie trasformandosi in un triste incarto vuoto.

storia di un fantasma (a ghost story)

STORIA DI UN FANTASMA: COSA C’È SCRITTO NEL FOGLIETTO? 

Il rapporto che lega il fantasma ai luoghi della sua esistenza è lo stesso che lega il personaggio di Rooney Mara alla casa, e il gesto della donna di nascondere un bigliettino nella parete riprende un’abitudine del regista stesso . «L’idea di lasciare in un posto un piccolo ricordo di te e per te – ha dichiarato Lowery – è qualcosa che mi ha sempre affascinato. Il semplice sapere che è lì ti fa sentire più a casa e crea una maggiore connessione con gli spazi che vivi. Cerco sempre un modo di rendere uno spazio più ‘mio’. Certo, puoi decorare le stanze o cambiare la carta da parati, ma sono cose che svaniscono quando traslochi e qualcun altro prende il tuo posto. Ma lasciarti dietro una traccia e fare in modo che una parte di quel luogo sia per sempre legato a te  è qualcosa che ho sempre amato.»

IL BIGLIETTO ERA UN MISTERO ANCHE SUL SET

Cosa c’è scritto nel bigliettino non importa veramente . Come ricorda il cineasta: «non importa tanto quanto mostrare che il fantasma è riuscito a leggerlo. A quel punto del film, qualsiasi cosa ci fosse stata scritta, non avrebbe cambiato nulla per lo spettatore , e avrebbe solo complicato le cose». Peraltro nessuno, nemmeno sul set, ha mai potuto sapere veramente cosa vi fosse scritto: lo script non lo riportava, e sul set Lowery ha chiesto a Rooney Mara di riportarvi qualcosa di estremamente personale senza rivelarlo a nessuno. Il biglietto vero è poi andato perso con la demolizione della casa , mentre quello che legge il fantasma alla fine è semplicemente un piccolo foglio bianco.

LE MUSICHE DI A GHOST STORY E LA CANZONE DEGLI EELS ISPIRATA AL FILM

Come in tutti i film di Lowery, la musica riveste un ruolo predominante nella costruzione di quella continua tensione emotiva che li caratterizza. In particolare in  Storia di un Fantasma ( A Ghost Story ) la componente sonora diventa essenziale per la storia, giacché il protagonista in vita era un musicista ed è proprio una sua canzone a diventare un modo per l’amata di riconnettersi con lui una volta scomparso. Il meraviglioso brano in questione, I Get Overwelmed , è in realtà composto ed eseguito dalla band Dark Rooms, il cui frontman è proprio l’autore della colonna sonora del film, Daniel Hart .

Hart collabora sin dalla prima ora con Lowery, e ha composto tutte le colonne sonore dei suoi film dai tempi di  St. Nick  (2009) fino al prossimo  The Green Knight (previsto per il 2020). In questo caso il suo commento musicale infestante ed evocativo ricorda non poco le composizioni orchestrali di Philip Glass e il musicista (violinista classico per formazione) mette su spartito atmosfere rarefatte e malinconiche che prendono forma – quasi suggerite e mai invadenti – da sonorità orchestrali spesso sospese in una nota persistente o addirittura interrotte da pause cui non segue una consueta risoluzione melodica. Rare concessioni vengono fatte a coloriture ultraterrene per mezzo di cori appena intuibili o di una soave voce lirica, dando vita a una delle più belle colonne sonore degli ultimi anni.

Ai lettori potrà interessare sapere che proprio il film  Storia di un Fantasma ha ispirato Premonition , struggente brano della celebre rock band statunitense Eels, nota anche per le numerose colonne sonore cui ha partecipato. Nelle ispirate liriche della canzone, ospitata nell’album  The Deconstruction , il frontman Mr. E/Mark Oliver Everett (già protagonista del bellissimo documentario  Parallel Worlds, Parallel Lives ) ripercorre con grande efficacia le tematiche del film.

STORIA DI UN FANTASMA: PERCHÉ IL TEMPO È IL FULCRO DEL FILM

Volendo accostarlo ad altri celebri film sui fantasmi, quello di Lowery, per certi aspetti, è vagamente avvicinabile a  Ghost (1990) e The Others (2001): del primo condivide la vena sentimentalistica, del secondo il capovolgimento di prospettiva che porta lo spettatore a immedesimarsi con il fantasma, anziché con chi di solito ne viene spaventato. L’idea di una ghost story come pretesto per parlare d’altro riporta invece alla mente il coevo e bellissimo  Personal Shopper   di Olivier Assayas. Rispetto a questi però  Storia di un Fantasma  coglie maggiormente la malinconia dell’esser testimoni della propria assenza, la profondità del concetto di memoria, la distorsione e la vastità del tempo e il profondo rapporto che li lega ai luoghi , unico confine tra l’immaterialità del ricordo e la materialità del corpo.

L’AMORE E LA SFIDA DI SUPERARE I LIMITI

Ancora qui, proprio in relazione all’idea di confine, lo stereotipo viene in soccorso ma sotto una nuova luce: nella sequenza in cui il fantasma tenta di toccare la spalla dell’amata, si intravedono i lineamenti della mano nascosta che diventa   limite sottile fra la memoria e il reale, fra passato e presente, fra assenza e presenza. Un mostrarsi così sottilmente interpretato che rievoca la delicatezza delle linee scultoree del Cristo Velato .  

Non un film horror – come si diceva all’inizio – ma un dramma sentito, vero, che tratta dell’amore, della traccia che lascia e dei posti in cui si è fermato . Cambiano i luoghi, ma gli spazi rimangono immutati: custodi di ciò che è stato, matrice di ciò che sarà, simbolo del was bleibt – direbbe Nietzsche – del “ciò che resta”. Così si tramandano le storie, i significati, in un cerchio che dal passato si riconnette con il futuro.   Il fantasma attende paziente che tutto eternamente ritorni, mentre i segni di ciò che è stato vengono sepolti senza scomparire, rimanendo custoditi nella memoria di un’ eternità in cui – per un paradossale gioco del destino – le pulsioni del mondo della vita diventano flebili e velate, come un’impercettibile ombra sotto un lenzuolo.  

the holdovers lezioni di vita

ULTIMI ARTICOLI

los colonos 1

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio , la Cookie Policy e l' Informativa Privacy .

Accesso Consentless

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it e 10 contenuti ogni 30 giorni a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.

Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Se hai cambiato idea e non ti vuoi abbonare, puoi sempre esprimere il tuo consenso ai cookie di profilazione e tracciamento per leggere tutti i titoli di ANSA.it e 10 contenuti ogni 30 giorni (servizio base):

Se accetti tutti i cookie di profilazione pubblicitaria e di tracciamento, noi e 750 terze parti selezionate utilizzeremo cookie e tecnologie simili per raccogliere ed elaborare i tuoi dati personali e fornirti annunci e contenuti personalizzati, valutare l’interazione con annunci e contenuti, effettuare ricerche di mercato, migliorare i prodotti e i servizi.Per maggiori informazioni accedi alla Cookie Policy e all' Informativa Privacy .

Per maggiori informazioni sui servizi di ANSA.it, puoi consultare le nostre risposte alle domande più frequenti , oppure contattarci inviando una mail a [email protected] o telefonando al numero verde 800 938 881. Il servizio di assistenza clienti è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18:30, il sabato dalle ore 09:00 alle ore 14:00.

  • ANSA Corporate
  • Giovanna Pedretti
  • ANSA Verified
  • Salute&Benessere
  • Terra&Gusto
  • Osservatorio IA
  • Canale ANSA2030
  • Primo Piano
  • Industry 4.0
  • Criptovalute news
  • Fondimpresa
  • Human Tech Expo
  • L'intervista
  • Mobilità e infrastrutture
  • Real Estate
  • Fisco & Lavoro
  • Cassa di previdenza
  • Ordini professionali
  • Tutte le news

In evidenza

  • Approfondimenti
  • ABC Investimenti
  • Business Wire
  • Blue Economy
  • Ultima ora di Economia
  • America Latina
  • Medio Oriente
  • Mediterraneo
  • Nord America
  • Ultima ora di Mondo
  • Un film al giorno
  • Un libro al giorno
  • Libri e Film
  • Il libro in piazza
  • Altre Proposte
  • Tutte le notizie di Libri

Ultima ora di Cultura

  • Altri Sport
  • Ultima ora di Sport
  • Future Tech
  • Internet e Social
  • Software e App
  • Tutte le notizie di Tecnologia
  • Scuola, Università e Giovani
  • Salute & Benessere
  • Terra & Gusto
  • Emilia Romagna
  • Friuli V.G.
  • Trentino Alto Adige/Südtirol
  • Valle d’Aosta

Siti internazionali

  • NuovaEuropa
  • Codici Sconto

Amori, guerra e fragilità a Sanremo guardando alla radio

  • Link copiato

fantasmi di guerra spiegazione finale

  • Amori, guerra e fragilit&agrave; a Sanremo guardando alla radio
  • Film al cinema
  • Prossimamente
  • Archivio Cinema
  • Trova Cinema
  • Libri e film
  • Altre proposte

Amori, guerra e fragilità a Sanremo guardando alla radio

ROMA , 15 gennaio 2024, 19:34

di Claudia Fascia

Amadeus - RIPRODUZIONE RISERVATA

Amadeus -     RIPRODUZIONE RISERVATA

Tra temi sociali e d'attualità più o meno accennati, fragilità personali, rivalsa in chiave femminile e i soliti amori più o meno travagliati, il festival di Sanremo quest'anno con le trenta canzoni in gara strizza l'occhio come non mai alle radio e all'effetto tormentone.

Addio o quasi, dunque, alle ballate e ai pezzoni cheek to cheek, vai di cassa dritta e uptempo per rimanere svegli nelle lunghe nottate della manifestazione.

fantasmi di guerra spiegazione finale

 "Ho sempre detto che le radio per me sono importanti, il successo di un brano si misura nel fatto di sentirlo trasmesso anche dopo tanto tempo. Sono il polso che una canzone funziona - spiega Amadeus, dopo il pre-ascolto dei brani in gara riservato agli addetti ai lavori -. Quest'anno la percentuale di uptempo è maggiore di quella delle ballate, ma non è un pensiero a tavolino. Vero è che io cerco di prediligere i cosiddetti tormentoni". E di tormentoni, a un primo ascolto, ce n'è sicuramente più di uno, a partire dai Kolors (che tenteranno di replicare il successo di Italodisco), e poi Annalisa, Angelina Mango, Alfa ma anche a sorpresa i Ricchi e Poveri.

fantasmi di guerra spiegazione finale

Molti come di consueto si affidano a cuore e amore (connubio irrinunciabile, soprattutto all'Ariston), ma qualcuno quello stesso cuore lo spinge oltre l'ostacolo per affrontare temi sociali e d'attualità. Lo fa Ghali con il suo elettropop ipnotico, che prende posizione contro la guerra ("per tracciare un confine con linee immaginarie bombardate un ospedale"), e lo fa Dargen D'Amico con riferimenti ai migranti ("siamo più dei salvagenti sulla barca"), alla guerra dei bambini, al governo in carica ("Abbiamo cambiato leader ma la madre e le altre donne non hanno niente da ridere").

La questione femminile, e femminista, è affidata alla sensibilità di Fiorella Mannoia ("per sempre sarò libera e orgogliosa") che nel testo fa riferimento a Una nessuna centomila, l'evento di cui è portavoce contro la violenza di genere. Le risponde BigMama con un grido contro il bullismo e l'emarginazione ("è facile distruggere i più fragili, colpire e poi affondare chi è solo"). Offese razziste per Mahmood ("quando fuori dalla medie le ho prese e ho pianto, dicevi ritornatene al tuo paese"), mentre Loredana Bertè rivendica l'essere se stessa ("prima ti dicono basta sei pazza e poi, poi ti fanno santa"). Mr.Rain ritorna sulle fragilità personali come anche Il Tre ("odio convivere con i demoni fissi nella mia testa").

"Poca politica nei brani? Non è stata una mia scelta - spiega Amadeus, commentando lo scarso slancio sociale presente nei 30 brani -. Qualche canzone a sfondo sociale è arrivata, ma a volte penso sia una scorciatoia. A me il tema sociale interessa se abbinato a una canzone forte. E non faccio quote di nessun tipo, né di generi, né di temi. Vado dove mi guidano la mia testa e il mio cuore, cercando di intercettare i gusti dei più giovani, ma non solo". Tanti invece i riferimenti ad altri brani o artisti.

Alessandra Amoroso cita Sally di Vasco Rossi, i Negramaro inseriscono Lucio Battisti. I BNKR44 riprendono l'anno che verrà di Lucio Dalla (e mettono dentro anche i Queen) e i Ricchi e Poveri si autocitano attaccando con "Che confusione".

Tanta musica urban, ma stavolta senza eccedere nell'autotune (Ghali e Mr.Rain), sdoganato all'Ariston già da qualche anno, considerato al pari di uno strumento musicale. Esclusa Loredana Bertè, assente invece il rock. Nessun effetto Maneskin. "Pensavo che dopo la loro vittoria saremmo stati invasi dalle rockband e invece no, non si presentano né tra i Big né tra i giovani.

Forse non è nella nostra cultura, oppure chi suona rock non si presenta a Sanremo". Poche anche le parolacce (Sangiovanni, Emma, Dargen D'Amico, Il Tre colorano con qualche tinta più forte i loro brani), mentre per la prima volta in gara c'è un testo completamente in napoletano: è di Geolier, il re delle classifiche 2023, dato già per vincitore dai bookmakers. "Non è più solo musica partenopea, ma nazionale. Non ho avuto il minimo dubbio a sceglierlo", rivendica Amadeus, che ha invitato a presentarsi una decina dei 30 artisti in gara. "Fa parte del mio ruolo di direttore artistico. Qualcuno lo avevo addirittura dall'anno scorso, come Maninni".

Con l'occasione, Amadeus - che accoglierà all'Ariston anche Russell Crowe - ha poi annunciato che ci sarà un omaggio a Toto Cutugno e a tre brani simbolo della canzone italiana con gli interpreti originali (Giorgia - già co-conduttrice - per i 30 anni di E poi, Eros Ramazzotti per i 40 anni di Terra promessa e Gigliola Cinquetti per i 60 anni di Non ho l'età); ha poi lanciato l'invito ufficiale ad Adriano Celentano: "sarebbe un sogno averlo al festival".     

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

  • {{prevPageLabel}}
  • {{nextPageLabel}}

Guarda anche

Sanremo: le pagelle dei brani al primo ascolto, russell crowe, il gladiatore torna all'ariston.

Amadeus: 'Russell Crowe a Sanremo nella serata di giovedi''

Amadeus: 'Russell Crowe a Sanremo nella serata di giovedi''

Natale positivo per il libro, +3,2%, sannino 'abbraccia' i detenuti a napoli, canta e parla con loro, tilt-esaurimento globale, l'analisi della società odierna, mahler chamber orchestra e yuja wang a modena, in ricordo abbado, omar pedrini, live speciale per la mia rinascita di 10 anni fa, emmy, 'beef - lo scontro' vince come migliore miniserie, emmy, la coolidge batte sabrina impacciatore e simona tabasco.

Condividi articolo

  • Stampa articolo

Newsletter ANSA

Veloci, dettagliate, verificate. Nella tua casella mail.

Video di Spettacolo

fantasmi di guerra spiegazione finale

Violenza di genere, Benedetta Pilato: "A volte ho paura mentre torno a casa"

fantasmi di guerra spiegazione finale

Forfait di Biagiarelli a " E' sempre mezzogiorno", Clerici: "Tornera'"

fantasmi di guerra spiegazione finale

Presentata "Wikiradio. Le voci della storia"

fantasmi di guerra spiegazione finale

Enzo Moscato, la camera ardente nella Sala Assoli di Napoli

fantasmi di guerra spiegazione finale

Enzo Moscato, la camera ardente l'ultimo assolo in palcoscenico

fantasmi di guerra spiegazione finale

Che tempo che fa, Pieraccioni e Frassica e il rapporto con lo sport

fantasmi di guerra spiegazione finale

Arriva "Il Fantasma di Canterville", film d'animazione tratto dal racconto di Wilde

fantasmi di guerra spiegazione finale

Russel Crowe, "ci vediamo a Sanremo. Al mio segnale scatenate l'inferno"

Abi,primo dietrofont dei tassi mutui,a dicembre calo a 4,42%, kiev, civili evacuati dalla linea del fronte a kharkiv, istat, nel 2023 inflazione al 5,7%, gimbe, fuga per curarsi verso il nord vale 4,25 mld (+27%), salva di razzi da gaza, colpita cittadina di netivot, libano, 'inviato biden avverte, rischio grave escalation', iraq condanna iran, 'attacco alla nostra sovranità', 'civili, tra cui un neonato,uccisi in attacco iran a iraq'.

  • Il Quotidiano

In Evidenza

  • Leggi il quotidiano
  • Esercizi di Stile
  • Green&Blue
  • Italian Tech
  • Moda & Beauty
  • Specchio dei Tempi
  • TorinoSette
  • TuttoScienze
  • Vatican Insider

Edizioni Locali

  • Alessandria
  • Imperia e Sanremo
  • Verbano Cusio Ossola

La voce de La Stampa

  • Abbonamenti
  • Archivio Storico
  • Scrivi alla redazione
  • Dati Societari

Se l’imperialismo occidentale torna a far tuonare i cannoni

Gli Stati Uniti stanno mettendo a dura prova la pazienza di mezzo Medio Oriente, ma l’Iran e i suoi vassalli libanesi di Hezbollah per ora evitano di allargare il conflitto

Domenico Quirico

3 minuti di lettura

Se l’imperialismo occidentale torna a far tuonare i cannoni

Abbonati per leggere anche

I commenti dei lettori.

fantasmi di guerra spiegazione finale

Venezia, ecco chi pagherà 5 euro per entrare in città: le nuove regole

fantasmi di guerra spiegazione finale

Le migliori offerte del giorno fino a -70% di sconto!

fantasmi di guerra spiegazione finale

Giacche invernali per andare a camminare traspiranti che tengono al caldo

IMAGES

  1. Fantasmi di guerra (2020)

    fantasmi di guerra spiegazione finale

  2. Fantasmi di guerra (Film 2020): trama, cast, foto, news

    fantasmi di guerra spiegazione finale

  3. Fantasmi di guerra: trailer italiano film horror con Brenton Thwaites

    fantasmi di guerra spiegazione finale

  4. Fantasmi di guerra: trailer italiano film horror con Brenton Thwaites

    fantasmi di guerra spiegazione finale

  5. Fantasmi di guerra, trailer italiano dell'horror bellico!

    fantasmi di guerra spiegazione finale

  6. Fantasmi di guerra (2020)

    fantasmi di guerra spiegazione finale

VIDEO

  1. I FANTASMI DI CASA HATHAWAY! #serietv #nickelodeon #sigletv #fantasmi

  2. Indagano su misteriose sparizioni ma scoprono una porta che sembra essere l'ingresso dell'inferno

  3. Fantasmi Video prova della loro esistenza Parte 3

  4. Quest’Uomo Ha Evitato La Terza Guerra Mondiale

  5. I Fantasmi di Pacman e le Serie TV PT.2 #parodia #pacman #doppiaggio #shorts

  6. 2 Fantasmi di Troppo film completo in italiano

COMMENTS

  1. Fantasmi di guerra: il sorprendente epilogo di un mistero svelato

    Può causare angoscia emotiva: La spiegazione finale dei fantasmi di guerra potrebbe causare un forte impatto emotivo sugli individui, soprattutto se hanno vissuto esperienze traumatiche in prima persona o conoscono qualcuno che è stato coinvolto nella guerra.

  2. Fantasmi di guerra

    Fantasmi di guerra (2020), scheda completa del film di Eric Bress con Brenton Thwaites, Theo Rossi, Kyle Gallner: trama, cast, trailer, gallerie, boxoffice, premi, curiosità e news.

  3. Fantasmi di guerra (2020)

    Cinque soldati americani "induriti" dai combattimenti, sul finire della Seconda Guerra Mondiale, sono inviati a presidio di un castello in Francia. Dopo una manovra di avvicinamento ricca di strani incontri - e scontri - danno il cambio ad altri soldati ansiosi di allontanarsi dalla costruzione.

  4. Fantasmi di guerra

    All'atto finale potresti dover tenere un po' la testa. Tonalmente, Bress tira fuori il suo film dai brividi e dagli spaventi tipici delle storie di fantasmi e versa in un pesante sacco di sabbia. Spostare la tua narrativa mentale da "è dietro di te" a una di diverso orrore è davvero una mossa coraggiosa.

  5. Ghosts of War: la recensione

    Ghosts of War è un film del 2020, diretto da Eric Bress. Secondo Eric Bress, sceneggiatore e regista di Ghosts of War, la Seconda Guerra Mondiale fu la "guerra buona". Non è un caso che abbia scelto proprio quella per dare l'avvio alla sua sorprendente storia.

  6. Ghosts of War (2020 film)

    Plot During the Allied campaign across France in 1944, five troopers of the 82nd Airborne Division are assigned to guard a chateau. En route they ambush a German-captured jeep, executing the occupants who survive the initial attack, before encountering a group of Jewish refugees.

  7. Fantasmi di guerra (film 2020)

    Ghosts of War è un film horror soprannaturale del 2020scritto e diretto da Eric Bress . Il film è interpretato da Brenton Thwaites , Theo Rossi , Skylar Astin , Kyle Gallner e Alan Ritchson . È stato rilasciato su DirecTV il 18 giugno 2020. Contenuti 1 trama 2 Cast 3 Produzione 4 Rilascio 5 Ricezione 6 referenze 7 Link esterni Complotto

  8. Fantasmi di guerra (2020)

    Trama del film Fantasmi di guerra Sul finire della Seconda guerra mondiale, cinque intrepidi soldati americani vengono assegnati al controllo di un castello francese.

  9. Recensione su Fantasmi di guerra (2020) di axe

    L'autore axe Iscritto dal 23 marzo 2010 Vai al suo profilo Seguaci 30 Post - Recensioni 1347 Playlist - Questo testo contiene anticipazioni sulla trama. La recensione su Fantasmi di guerra di axe Cinque soldati americani "induriti" dai combattimenti, sul finire della Seconda Guerra Mondiale, sono inviati a presidio di un castello in Francia.

  10. Fantasmi di guerra

    Personalmente trovo il film ben fatto, anche se la spiegazione finale sembra un pó tirata per i capelli a foza, insomma da la sensazione che abbiano cercato un finale a tutti i costi...

  11. Fantasmi di guerra: l'inquietante verità dietro gli spiriti che ancora

    I fantasmi di guerra, siano essi un omaggio ai soldati caduti o un segno del trauma passato, forniscono una testimonianza emotiva e spirituale di un periodo storico complesso, richiedendo a loro volta riconciliazione e guarigione. Fantasmi di guerra: un'analisi approfondita delle esperienze paranormali nei luoghi di battaglia

  12. Fantasmi di guerra

    0:00 / 2:22 Fantasmi di guerra - Trailer italiano ufficiale Eagle Pictures 116K subscribers Subscribe 266 60K views 2 years ago Fantasmi di guerra. On demand dal 28 luglio. Guardalo su...

  13. Fantasmi di guerra: trailer italiano film horror con Brenton ...

    La trama ufficiale: Fantasmi di guerra segue cinque soldati americani che verso la fine della Seconda Guerra Mondiale sono intenti a sorvegliare un castello francese precedentemente occupato dall'alto comando nazista.

  14. Fantasmi di guerra

    Sinossi Verso la fine della seconda guerra mondiale , nel 1944, in una Francia occupata e in rovina, cinque soldati americani vengono inviati in un castello francese, in attesa di rinforzi perché punto strategico, per impedire ai nazisti di riconquistarlo.

  15. Cinematografo: Film

    Durante i giorni più bui della Seconda Guerra Mondiale, a cinque soldati americani viene ordinato di occupare un castello francese, in precedenza occupato dall'alto comando nazista. Il loro incarico si trasforma in un incubo quando il gruppo inizia a vivere momenti inspiegabili e terrorizzanti, ritrovandosi alle prese con eventi più spaventosi di quelli vissuti sul campo di battaglia.

  16. Prime Video: Fantasmi di guerra

    Fantasmi di guerra. Cinque soldati americani verso la fine della Seconda Guerra Mondiale sono intenti a sorvegliare un castello francese precedentemente occupato dall'alto comando nazista.

  17. Fantasmi di guerra

    Fantasmi di guerra è oggi al numero 1870 nella classifica quotidiana degli streaming di JustWatch. Il film è salito di 856 posizioni nella classifica rispetto a ieri. In Italia, è più popolare di Another Country - La scelta ma meno popolare di Blacklight.

  18. Fantasmi di guerra

    Dal regista e sceneggiatore di The Butterfly Effect, un ghost war movie che vede cinque soldati americani verso la fine della Seconda Guerra Mondiale intenti a sorvegliare un castello francese precedentemente occupato dall'alto comando nazista.

  19. Fantasmi di guerra (2020)

    Fantasmi di guerra è un film di Eric Bress con Brenton Thwaites, Theo Rossi, Kyle Gallner, Skylar Astin, Alan Ritchson. La sceneggiatura è stata scritta da Eric Bress. Scopri tutto il cast ...

  20. 1921

    La spiegazione del finale del film 1921 - Il mistero di Rookford rivela che lo studente Tom è un fantasma e che Florence da piccola abitava nella villa che ora è una scuola. Molti anni fa, la madre e il padre della donna iniziarono una brutta lite terminata con il padre che spara alla madre con un fucile e insegue Florence mentre ...

  21. Fantasmi di guerra

    Il film Fantasmi di guerra in streaming legale completo è disponibile in italiano su Amazon Prime Video, Infinity, Chili, TIMVISION, Rakuten TV, Google Play, iTunes. Per ogni piattaforma ...

  22. Come finisce Mondocane, trama e finale spiegazione del film

    Come finisce Mondocane, trama e finale. Mondocane è un film 2021 diretto da Alessandro Celli, presentato alla Mostra Internazionale D'Arte Cinematografica 2021, nella sezione "Settimana Internazionale della Critica", ispirato a fatti realmente accaduti.Protagonista Alessandro Borghi nei panni di Testacalda, un criminale di spicco di Taranto, una città deserta e sempre più martoriata ...

  23. Come finisce I bambini della speranza, trama e finale spiegazione del

    La trama, il finale e la spiegazione del film. Come finisce I bambini della speranza, trama completa Dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale, circa 300 bambini e ragazzi ebrei polacchi, superstiti dei campi di concentramento nazisti, vengono accolti nella tenuta di Calgarth a Troutbeck Bridge, una piccola località vicino al lago Windermere in Inghilterra.

  24. Avete riconosciuto l'easter egg che introduce

    Questo perché Issa López, regista e sceneggiatrice di Night Country, se l'è inventata! "È una frase creata da me stessa", ha dichiarato nel corso di un'intervista la showrunner.

  25. Fantasmi di guerra

    Fantasmi di guerra. L'immagine del nemico in Zero Dark Thirty. di Roy Menarini. Jessica Chastain nei panni di Maya nel film Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow. Jessica Chastain (Jessica N. Howard) (46 anni) 24 marzo 1977, Sacramento (Brasile) - Ariete. Interpreta Maya nel film di Kathryn Bigelow Zero Dark Thirty .

  26. Storia di un Fantasma: un capolavoro sui ricordi che infestano i luoghi

    Storia di un Fantasma, straordinaria pellicola del 2017 disponibile in home video CG Entertainment / Universal, è come suggerisce anche il titolo internazionale (A Ghost Story) un film sui fantasmi.. Se siete in cerca di un film horror però, di certo non lo troverete in questa piccola opera d'arte drammatica firmata dal talentuosissimo David Lowery (Il Drago Invisibile, Old Man & The Gun).

  27. 50 anni fa arrivava l'America rassicurante di Happy Days

    ROMA , 15 gennaio 2024, 11:19. di Francesca Pierleoni. 50 anni fa arrivava l 'America rassicurante di Happy Days - RIPRODUZIONE RISERVATA. Era il 15 gennaio 1974, un martedì, quando sul network ...

  28. Amori, guerra e fragilità a Sanremo guardando alla radio

    Amori, guerra e fragilità a Sanremo guardando alla radio. Amadeus: "Prediligo i tormentoni". Ospiti Ramazzotti e Cinquetti. Tra temi sociali e d'attualità più o meno accennati, fragilità ...

  29. Se l'imperialismo occidentale torna a far tuonare i cannoni

    Se non volassero le cannonate il fronte del mar Rosso sembra una rilettura di Paul Nizan e André Malraux in imbarazzante ritardo cronologico: i deserti di pietra che spalancano le vie dello Yemen ...